ARTISTS.  EXHIBITIONS.  PROJECTS.  CATALOGUES.  NEWS.  ABOUT.  CONTACTS.  
BIOGRAFIA

Piero Mottola nasce a Caserta nel 1967. Vive e lavora a Roma.
E’ artista e musicista sperimentale. Insegna Installazioni Multimediali e Sound Design presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. La sua formazione avviene nell’ambito della Teoria Eventualista - definita da Sergio Lombardo alla fine degli anni ’70 - presso il Centro studi Jartrakor di Roma dove nel 1988 tiene la sua prima personale in occasione della quale espone gli esperimenti Miglioramento-Peggioramento.
Dal 1990 al 1994 partecipa alla FIAC di Parigi con la Galleria Mara Coccia di Roma, alla rassegna Giovani Artisti presso Palazzo delle Esposizioni di Roma (a cura di A. Perilli), al XXXVII Premio Termoli (a cura di A. B. Oliva), ad Artissima di Torino con la Galleria Ellequadro di Genova, al Palazzo Serra Gerace di Genova (a cura di O. Calabrese) e a Flash Art Arte Giovane presso la Fabbrica del Vapore di Milano (a cura di G. Di Pietrantonio).
A partire dal 1994 la sua ricerca evolve verso una originale costruzione di stimoli evocativi acustici e visivi con complessi sistemi di relazione emozionali significativi di valori estetici, musicali ed emozionali.
Dal 1995 espone stimoli acustici composti per Scatole Sonore – pubblicati nel cd Percorsi emozionali 1995/01 edizioni Muspac L’Aquila - presso la Galleria Arte in Scena-Studio Bocchi di Roma (a cura di M. Mirolla), presentati a due edizioni del Festival Incantesimi a Bomarzo (a cura di S. Lux e M. Mirolla), al Macro ex Mattatoio di Roma, alla Galleria Zoo artecontemporanea di Bologna (a cura di R. Daolio), al Castello Cinquecentesco dell’Aquila, al Trevi Flash Art Museum di Perugia, alle mostre collettive “Traslations” a Piotrkòw Trybunalski e “Sound” presso la Galleria Arsenal di Bialymstoku (Polonia).
Nel 1998 partecipa al convegno “Cognizione e comportamento: rilevanza per la composizione della musica”, con la relazione Coinvolgimento emozionale nella percezione di stimoli acustici e nel 1999 al convegno “Tendenze e significato nella computer music” presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Roma La Sapienza (a cura di M. O. Belardinelli); nel 2000 al Macro di Roma in “Ricerche attuali sull’Eventualismo” con la relazione Costruzione sperimentale di stimoli acustici astratti; nel 2006 a Radio 3 Scienza “La tavolozza nel cervello” con un intervento sulla relazione tra rumore, emozione e colore (a cura di E. Tola). Dal 1998 esegue le proprie composizioni acustiche nell’ambito di concerti: Progetto Musica ’98 all’Acquario Romano presentato dalla Galleria Sala Uno di Roma (a cura di E. Cocco); Progetto Musica ’02 al Centro Petralata di Roma; al Macro di Roma, alla Facoltà di Psicologia La Sapienza di Roma; alla Certosa di Pontignano Università di Siena (a cura di E. Crispolti); ai Cantieri della Zisa di Palermo; Progetto Musica ’04, invitato dall’associazione Nuova Consonanza, all’Accademia Americana e al Goethe-Institut di Roma con un’opera a quattro mani con il compositore Mauro Bortolotti; allo Studio Stefania Miscetti di Roma con Giuseppe Chiari (a cura di P. Ferri e M. De Candia); al Castello Colonna di Genazzano (a cura di S. Lux); all’Auditorium del Center John Hopkins University di Bologna al Teatro India di Roma invitato dalla Galleria Pio Monti. Dal 1995 progetta ambienti acustici: presso la Galleria Civica di Termoli; alla Sala Santa Rita del Comune di Roma; al Museo Andersen di Roma. Parallelamente dal 1997 costruisce complesse sequenze cromatico-emozionali ambientali: al Museo Laboratorio Università La Sapienza (a cura di S. Lux); al Museo Macro; alla Galleria Pino Casagrande (a cura di P. Ferri); alla Temple University di Roma.
Dal 2000 lavora alla costruzione - con i collaboratori del LER-Laboratorio di estetica del rumore - dell’Autocorrelatore, un sistema automatico di produzione di passeggiate emozionali acustiche e cromatiche che vive delle complesse relazioni delle mappe emozionali costruite a partire dal 1997 e il cui metodo è stato pubblicato sulle riviste Titolo, Konsequenz, Avanguardia, Rivista di Psicologia dell’Arte.
Nel 2008 scrive per la Home Gallery di Napoli Interno Disperso, una partitura per tre strumenti ed una voce che esegue successivamente nelle due versioni per flauto e voce soprano anche presso la Fondazione Pastificio Cerere di Roma. Viene invitato dall’Accademia di Belle Arti di Toulouse a tenere una conferenza presso la cattedra di suono dal titolo Da una scelta estetica ad una musica non scelta. Per l’appartamento/galleria di Pino Casagrande a Spoleto realizza una personale dal titolo Passeggiate cromatiche. Scrive una composizione per quattro pianoforti emozionali in un progetto di collaborazione per un’opera di danza con la regia della coreografa Susan Sentler della Laban School di Londra. Nell’estate del 2008 ha eseguito una performance elettronica Improvvisazione su interno disperso e ha presentato l’installazione audio Immateriale sonoro al Teatro di Bihac (Bosnia-Erzegovina) e alle Ex Carceri di Castiadas (Cagliari) nell’ambito della 3° Sardegna Arte Fiera. E’ stato invitato al Teatro Eliseo di Nuoro per una performance con il campionatore emozionale E.10.
Nel 2009 realizza un wall drawing per l’intero spazio della galleria Pino Casagrande di Roma dal titolo Stupore-passeggiata emozionale per un ambiente cromatico. Presenta immateriale sonoro, installazione multicanale per autocorrelatore al Castello Svevo Aragonese di Barletta nella mostra collettiva “on the ground, underground” (a cura di A. B. Oliva e G. Caroppo). Scrive una nuova composizione Andamenti differenti per tre strumenti e una voce per la Fondazione Morra di Napoli.
Nel 2010 esegue con il campionatore emozionale E.10, l’improvvisazione emozionale3 ed Andamenti differenti all’Acquario romano nell’ambito della serata/evento “Flussi” con azioni di Giuseppe Chiari, a cura della Fondazione Volume e del Museo RAM-radioartemobile di Roma.

BIOGRAPHY

Piero Mottola was born in Caserta in 1967, and currently lives and works in Rome. An artist and experimental musician, he teaches Multimedia Installations and Decorative Plastic Arts at the Rome Academy of Fine Art. He received his education and training at the Rome Jartrakor Study Centre, in the context of Eventualism, developed by Sergio Lombardo at the end of the 1970s. His first exhibition was at the Jartrakor Centre in 1988, where he showed his experiments, Improvement-Worsening (Miglioramento-Peggioramento). From 1990 to 1994, he took part in the following exhibitions: FIAC in Paris, with the Mara Coccia Gallery of Rome; Young Artists, curated by A. Perilli at the Rome Exhibition Hall (Palazzo delle Esposizioni); the XXXVII Termoli Prize, curated by A. B. Oliva; Artissima in Turin, with the Ellequadro Gallery of Genoa; the Serra Gerace Palace of Genoa, curated by O. Calabrese; and Flash Art Young Art, curated by G. Di Pietrantonio, at the Steam Factory of Milan. Beginning in 1994, his studies have evolved into an original interpretation of evocative acoustic and visual stimuli. These involve complex systems of emotional relations reflecting aesthetic, musical, and emotional values. In 1995, he exhibited acoustic stimuli composed for Sonorous Boxes (Scatole Sonore), curated by M. Mirolla, at the Bocchi Studio and Arte in Scena Gallery in Rome. Some of his acoustic work is recorded on the compact disc Emotional Pathways (Percorsi emozionali 1995/01), Muspac Recordings, L’Aquila. From 1995 to 1998, he presented his music at two editions of the Enchantment Festival (Festival Incantesimi) organised by S. Lux and M. Mirolla in Bomarzo; Macro ex-Slaughter House in Rome; the Zoo Gallery of Contemporary Art in Bologna, curated by R. Daolio; the Sixteenth Century Castle of L’Aquila: the Trevi Flash Art Museum of Perugia; the “Translations” group exhibition in Piotrkòw Trybunalski (Poland); and the “Sound” group exhibition at the Arsenal Gallery of Bialymstoku (Poland). In 1998, he participated in the conference entitled, “Cognition and Behaviour: Relevance to Musical Composition,” where he presented the paper, “Emotional Involvement in the Perception of Acoustic Stimuli.” In 1999, he took part in the conference, “Trends and Significance in Computer Music,” organized by M.O. Belardinelli at the Psychology Department of the Sapienza University of Rome,. In 2000 he presented a paper entitled “The Experimental Construction of Abstract Acoustic Stimuli,” at the Macro Conference in Rome on “Current Research in Eventualism.” In 2006 he gave a presentation on the relations among sound, emotion, and colour for the Radio 3 Science broadcast, “The Palette in the Brain”. He has performed his own acoustic compositions at concerts since 1998, including: Music Project ’98 at the Roman Aquarium, presented by the Sala Uno Gallery of Rome and organised by E. Cocco; Music Project ’02 at the Pietralata Centre of Rome; Macro of Rome: the Psychology Department of the Sapienza University of Rome; the Pontignano Certosa of the University of Siena, organised by E. Crispolti; the construction site of Zisa, Palermo; Music Project ’04 at the American Academy of Rome; a work for four hands, performed together with the composer Mauro Bortolotti at the Goethe-Institut of Rome; the Stefania Miscetti Gallery of Rome with Giuseppe Chiari, organised by P. Ferri and M. de Candia; the Colonna Castle of Genazzano, organized by S. Lux; the Auditorium of the John Hopkins University Center of Bologna; and the India Theatre of Rome, at the invitation of the Pio Monti Gallery. He has designed acoustic environments since 1995 at the Civic Gallery of Termoli; the Santa Rita Hall of the City of Rome; and the Andersen Museum of Rome. Since 1997, he has also constructed complex chromatic-emotional environmental sequences for: the Laboratory Museum of the Sapienza University (directed by S. Lux); Macro; the Pino Casagrande Gallery (directed by P. Ferri); and Temple University of Rome. Since 2000 he has worked together with collaborators from the Aesthetic Sound Laboratory (LER) on the construction of the Autocorrelator. This is an automatic system for the production of acoustic and chromatic emotional promenades, using the complex relations of the emotional maps created beginning in 1997. The method employed has been published in a number of art journals, including Titolo, Konsequenz, Avanguardia, and the Review of the Psychology of Art. In 2008 he was commissioned by the Home Gallery of Napes to write Missing Interior (Interno Disperso), a score for three instruments and a soprano voice. This work was performed a second time, together with a version for flute and soprano voice, at the Cerere Pasta Foundation of Rome. He was invited to give a lecture entitled “From an Aesthetic Choice to Music Not Chosen” for the program in sound at the Toulouse Academy of Fine Art. In June 2008 he held a solo exhibition entitled Chromatic Promenades at the Pino Casagrande Apartment/Gallery of Spoleto. He wrote Four Emotional Pianos, a composition created as part of a collaborative project with the choreographer Susan Sentler of the Laban School of London, who set a dance work to the music. During the summer of 2008, he performed the electronic work, Improvisation on Missing Interior. He also presented the audio installation Sonorous Immaterial (Immateriale sonoro) at the Bihac Theatre of Bosnia-Herzegovina, and at the Former Prison of Castiadas (Cagliari) at the Third Art Festival of Sardinia. He was invited to give a performance with the E. 10 Emotional Sampler by the Eliseo Theatre of Nuoro. In January 2009 he created a wall drawing entitled Awe: Emotional Promenade for a Chromatic Environment (Stupore-passeggiata emozionale per un ambiente cromatico), covering the entire space of the Pino Casagrande Gallery of Rome. He presented Sonorous Immaterial, a multi-channel installation for autocorrelator, at the Barletta Castle Svevo Aragonese as part of the group exhibition entitled “On the Ground, Underground” directed by A.B. Oliva and G. Caroppo. He has recently written Differing Paces (Andamenti differenti), a new composition for three instruments and one voice, for the Morra Foundation of Naple.


Scroll Up
 
Scroll Down
PIERO MOTTOLA

 
BIOGRAPHY
EXHIBITIONS
 
STUDIO STEFANIA MISCETTI  •  VIA DELLE MANTELLATE 14  •  00165 ROMA  •  T/F +39 (0)6 68805880  •  EMAIL: INFO@STUDIOSTEFANIAMISCETTI.COM  •  P.IVA 04911641001