ARTISTS.  EXHIBITIONS.  PROJECTS.  CATALOGUES.  NEWS.  ABOUT.  CONTACTS.  

 

BRUNA ESPOSITO è nata a Roma nel 1960, dove vive e lavora. Nel 1979 si diploma al IV Liceo Artistico a Roma, dove studia con Carmengloria Morales; nel 1980 frequenta la Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma. Ha vissuto a New York dove ha studiato danza aerea con Batya Zamir. Nel 1984 è selezionata dall’Independent Studio Program del Whitney Museum of American Art di New York. Si trasferisce a Berlino Ovest dove, nel 1987 e 1988, riceve due borse di studio dall’I.B.A. Berlin per il progetto e gli studi di fattibilità di Due gabinetti pubblici a compost.

Ha collaborato con artisti, poeti, musicisti, quali: Paola d’Agnese, Federico Fusi, David Hammons, Enzo De Leonibus, Stefano Maria Longobardi, Kristine Lovejoy, Progetto Neola, Annie Ratti, Andries van Rossem, Barbel Rothaar, Stalker-Osservatorio Nomade, Penelope Wehrli.
Nelle sue opere sono coinvolti molteplici aspetti materiali e sensoriali come l’olfatto e l’udito. Le opere sono realizzate per lo più con materiali
e tecniche semplici. Realizza disegni, fotografie e collage, sculture, video, installazioni, performance, azioni e progetti site-specific.

Premi e riconoscimenti: nel 1999 riceve il Leone d'Oro della Biennale di Venezia per il Padiglione Italiano dAPPERTutto con altre artiste italiane,
e il premio
Italian Studio Program PS1 a New York; nel 2000 il Premio per la giovane arte italiana, Centro nazionale per le Arti Contemporanee a Roma;
nel 2011 è selezionata dal
Premio della Camera dei Deputati – 150° dell’Unità d’Italia, Palazzo Montecitorio a Roma.
Le partecipazioni a biennali internazionali: XIII Biennale dell'Avana, Cuba (2019); XIII Biennale Internazionale di Cuenca, Ecuador (2016); Prospect 1, New Orleans, Usa (2008); Quadriennale di Roma (1996 – 2008); Biennale di Gwangju, Corea del Sud (2004); Biennale di Istanbul (2003); Biennale di Venezia (1999 – 2005); Sonsbeek9 ad Arnhem in Olanda (2001); Documenta X a Kassel (1997).
Le mostre personali: ¿Qué puede el humo hacerle al hierro?, MUNTREF, Buenos Aires (2020); Perle Rare, Fondazione San Fedele, Milano (2019); inconveniente, Fondazione Raccolta Cardinale Lercaro, Bologna (2018); Allegro non troppo, Studio Stefania Miscetti, Roma (2017); Bruna Esposito. e così sia..., MAXXI, Roma (2017); davvero, FL Gallery, Milano (2016); inconveniente, FL Gallery, Milano (2014); Out of the Blue,
Olnick Spanu Art Program, Garrison, Usa (2013); Alla turca, FL Gallery, Milano (2006); Tulipano Nero, Z33 Hasselt, Belgium (2004); Passiflora, Museolaboratorio Ex Manifattura Tabacchi, Città Sant’Angelo (2003); Madre Patria, Castel Sant'Elmo, Napoli (2002); Bruna Esposito,
Museo d'Arte Contemporanea del Castello di Rivoli (2002);
Selezione delle mostre collettive recenti: Classic Reloaded. Mediterranea, Bardo National Museum, Tunisi, Villa Audi Mosaic Museum, Beirut,
e Villa des Arts de Rabat (2018-19);
Intuition, Palazzo Fortuny, Venezia (2017); The Raft. Art is (not) Lonely, Mu.Zee, Ostende, Belgio (2017); L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015, Triennale di Milano, Milano (2016); ArtClub#5, I Giovedì della Villa, Académie de France à Rome, Villa Medici, Roma (2016); Start up. Quattro agenzie per la produzione del possibile, Fondazione Baruchello, Roma (2016); Lallazioni. Bruna Esposito e Annie Ratti, Auditorium Parco della musica, Roma (2015); Au rendez-vous des amis, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Città di Castello (2015).


Scroll Up
 
Scroll Down
BRUNA ESPOSITO

 
BIOGRAPHY
EXHIBITIONS
 
STUDIO STEFANIA MISCETTI  •  VIA DELLE MANTELLATE 14  •  00165 ROMA  •  T/F +39 (0)6 68805880  •  EMAIL: INFO@STUDIOSTEFANIAMISCETTI.COM  •  P.IVA 04911641001